Attualità

Con la massima prudenza vi diciamo: i dati in Italia anche oggi sono positivi

Quattro giorni consecutivi di calo del trend dei nuovi contagi. Sono i giorni in cui l'Italia inizia a provare un sentimento di profonda speranza. 

Si, i dati in Italia sono positivi. ma ci vuole cautela, ancora tanta cautela. Oggi i nuovi contagi sono 3.491. Ieri erano 3.612, lunedì 3.780 e domenica 3.957. Quattro giorni. Quattro giorni consecutivi di calo del trend dei nuovi contagi. Sono i giorni in cui l’Italia inizia a provare un sentimento di profonda speranza.

Coronavirus Italia, tutti i numeri di oggi

Le vittime sono ancora molto alte. Oggi sono state 683, ieri 743 e lunedì 601. I malati attuali di coronavirus sono 57.521. Il numero complessivo dei contagiati, compreso vittime e i guariti, è di  74.386. Il dato è stato fornito dalla Protezione Civile nella consueta conferenza stampa di oggi, nonostante l’assenza di Borrelli che si trova in stato febbrile. I guariti di oggi sono 1.036, nel totale sono 9.362. Ieri i guariti erano 894. I numeri delle vittime sono ancora drammatici: ben 7.503 dall’inizio della pandemia.

I ricoverati in terapia intensiva

In Italia, attualmente ci sono 3.489 i malati ricoverati in terapia intensiva. I nuovi ricoveri oggi sono stati  93. Di questi, 1.236 sono solo in Lombardia. Dei 57.521 malati complessivi, 23.112 sono ricoverati con sintomi e 30.920 si trovano in isolamento domiciliare.

I dati in Italia sono positivi, ma attenzione: qual è davvero la situazione attuale

“Viviamo una fase di apparente stabilizzazione e crediamo che il numero di persone infette sia coerente con il trend che la diffusione ha avuto nel paese: questo ci fa pensare che è indispensabile, se vogliamo vedere la curva stabilizzarsi e poi decrescere, mantenere le rigorose misure di contenimento e di distanziamento sociale“. Lo ha detto il vice direttore della Protezione Civile Agostino Miozzo che ha sostituito Angelo Borrelli. “E’ un momento delicato – ha aggiunto – non bisogna abbassare la guardia se no curva potrebbe risalire”.

Decreto 24 marzo, tutte le novità: multe e no a restrizioni fino al 31 luglio.

I numeri nel mondo in tempo reale sul sito della Johns Hopkins.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker