Politica

Elezioni regionali Campania 2020, sondaggio: De Luca più forte di Caldoro

Il candidato designato dal centrodestra Stefano Caldoro è meno gradito anche di Mara Carfagna, che sarebbe il leader politico preferito dagli elettori di centrodestra per il 40% degli intervistati da Winpoll Arcadia. Nel centrosinistra le liste potrebbero fare la differenza.

Le elezioni regionali Campania 2020 cominciano ad entrare nel vivo. Sebbene non vi sia ancora la data, la corsa per Palazzo Santa Lucia inizia già a far registrare i primi colpi di scena. Come il rilevamento che vede il Governatore uscente, Vincenzo De Luca, in vantaggio su tutti gli altri candidati alla presidenza nelle intenzioni di voto dei cittadini campani. Almeno secondo quanto prevede l’ultimo e autorevole sondaggio Winpoll Arcadia, pubblicato sul Corriere del Mezzogiorno.

Elezioni Regionali Campania 2020: il sondaggio

Ma che cosa dice il sondaggio Winpoll Arcadia? Partiamo dai criteri: le interviste completate sono circa 700 su un campione di 4.625 interviste. Un dato con una sufficiente quota di attendibilità, che va interpretato con la prudenza consigliata rispetto a qualsiasi sondaggio effettuato a 4/5 mesi dalle elezioni. Nel sondaggio effettuato tra il 17 e il 20 dicembre del 2019 c’è però un importante novità: per la prima volta rispetto ai rilevamenti precedenti, Vincenzo De Luca stacca con una percentuale abbastanza considerevole il suo avversario principale Stefano Caldoro, già designato da centrodestra per la corsa a Palazzo Santa Lucia.

De Luca in vantaggio su Caldoro: fonte Winpoll Arcadia

Vincenzo De Luca in vantaggio su Stefano Caldoro

Il governatore della Regione Campania ha portato avanti un campagna mediatica di alto impatto durante tutto il 2019, che ha – di fatto – azzerato le criticità nei consensi di metà mandato. Come si evince dal sondaggio di Winpoll Arcadia, De Luca si attesterebbe attualmente al 39,5% nelle intenzioni di voto dei campani, rispetto al 36,7% di preferenze per Stefano Caldoro e al 23,8% per Valeria Ciarambino. La forza mediatica di De Luca si può spiegare a partire dal numero dei suoi fan su Facebook: ben 254mila, contro i 37mila di Stefano Caldoro e i 65mila di Valeria Ciarambino. Anche su Instagram (social utilizzato da una fascia di età più giovane) Vincenzo De Luca fa registrare un dominio assoluto, con circa 20mila followers rispetto ai 2.134 di Stefano Caldoro e ai 6.402 di Valeria Ciarambino. Se consideriamo poi le apparizioni in tv di Vincenzo De Luca (complice anche le imitazioni del comico Crozza), si comprende come da un punto di vista propagandistico il divario sia abbastanza evidente.

De Luca su Facebook
Il Governatore Vincenzo De Luca su Facebook
Stefano Caldoro su Facebook

La coalizione più forte resta il centrodestra, ma occhio alle liste civiche

Nonostante la forza mediatica di Vincenzo De Luca, la coalizione di centrodestra, secondo Winpoll Arcadia, resterebbe la più forte con il 37,3%, rispetto al 33,5% del centrosinistra e al 26,2% del Movimento Cinque Stelle. Un dato fortemente influenzato dal trend nazionale, che però non tiene conto della notevole incidenza delle liste civiche in Regione Campania. Nel 2015, infatti, il Vincenzo De Luca batté proprio Stefano Caldoro con il 41,15% dei consensi derivanti dal 19,49% dal PD e tutto il resto (più della metà) da liste civiche e formazioni politiche minori (De Luca Presidente col 4,9% e Campania Libera col 4,7% si tutte). L’allora governatore uscente Stefano Caldoro, invece, si vide sconfitto con il 38,38% dei consensi, derivanti dal 17,8% di Forza Italia, il 5,8% di Ncd, il 5,4% di Fratelli d’Italia e il resto da liste civiche e formazioni politiche minori. I partiti politici di richiamo nazionale portarono a Caldoro circa il 29% del consensi (dato dalla somma di FI, Ncd e FdI), rispetto a circa il 10% di civiche e formazioni minori. Non è sbagliato dire, dunque, che l’incidenza delle liste civiche per Vincenzo De Luca sia sensibilmente maggiore rispetto alla coalizione che sarà guidata da Caldoro: un dato che non può essere rilevato dai sondaggi e che aggiunge ottimismo in casa De Luca per le elezioni regionali Campania 2020.

Il sondaggio sulle Coalizioni di Winpoll Arcadia

Carfagna più forte di Caldoro

Nonostante il candidato scelto sia l’ex governatore Stefano Caldoro, già battuto da De Luca nel 2015, nei sondaggi il nome di Mara Carfagna sembra essere quello più forte non solo di Caldoro ma in assoluto. Alla domanda – relativa alla coalizione di centrodestra – “se fosse un esponente politico nazionale, chi vedrebbe meglio alla guida della Regione Campania?”, il 40% degli intervistati ha risposto Mara Carfagna, mentre solo il 27% ha scelto Caldoro. Il 21% ha poi scelto Clemente Mastella, mentre il 7% l’ex assessore della giunta Caldoro, Severino Nappi.

Le intenzioni di voto verso i partiti politici, fonte Winpoll Arcadia
L’indice di gradimento dei candidati di centrodestra, fonte Winpoll Arcadia

L’operato della giunta Regionale

Forte delle Universiadi appena realizzate, degli abbonamenti per il trasporto gratuito di 135mila studenti, del Piano per il Lavoro (col nuovo Concorso Regione Campania 2019 ed il Concorso Operatore Giudiziario Campania) e di misure come il Masterplan del Litorale Domizio Flegreo, il governatore De Luca raccoglie un giudizio sul proprio operato che per il 40% degli intervistati è positivo (più un 2% che lo ritiene molto positivo). I prossimi mesi saranno decisivi.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker