LavoroUniversità

La classifica delle università che offrono più lavoro, ecco il rapporto Almalaurea 2019

Al primo posto il gruppo disciplinare dell'insegnamento con scienze della formazione primaria. Seguono difesa e sicurezza e le professioni medico-sanitarie. Ancora ultima giurisprudenza.

Sulla base dei dati Almalaurea, abbiamo formulato una speciale classifica sui gruppi disciplinari che ad un anno dalla laurea offrono maggiori opportunità lavorative. I dati fanno riferimento all’Indagine XXI – rapporto 2019. Rispetto all’indagine precedente, il gruppo disciplinare dell’insegnamento (che comprende il corso di studi di Scienze della Formazione) sopravanza Difesa e Sicurezza (un corso di studi per le forza dell’ordine) al primo posto, cosi come il settore medico (tutte le professioni medico-sanitarie) guadagna una posizione su Educazione fisica. Ancora malissimo per il settore psicologico, geo-biologico e giuridico, con avvocati e affini che si confermano all’ultimo posto della classifica. Le percentuali fanno riferimento ai laureati che dichiarano di lavorare ad un anno dalla laurea:

 

  1. Insegnamento – 63,9%
  2. Difesa e Sicurezza – 65,3%
  3. Medico – 60,8%
  4. Educazione fisica – 60,1%
  5. Chimico – farmaceutico – 48,8%
  6. Architettura – 45,4%
  7. Agraria e Veterinaria – 44,7%
  8. Politico Sociale – 43,9%
  9. Ingegneria – 43,8%
  10. Scientifico – 43,7%
  11. Economico statistico – 43,4%
  12. Linguistico – 43,1%
  13. Letterario – 36,6%
  14. Psicologico – 32,6%
  15. Geo-biologico – 26,2%
  16. Giuridico – 25,4%

 

N.B. Per una maggiore comprensione delle statistiche di riferimento, consigliamo la lettura delle note metodologiche sul sito di Almalaurea, oltre alle alle altre statistiche collegate ai dati occupazionali. I dati fanno riferimento all’anno d’indagine 2018, l’ultimo disponibile.

Ti può interessare anche la classifica dei laureati che guadagnano di più: https://www.heralditalia.it/universita-e-lavoro-la-classifica-dei-laureati-che-guadagnano-di-piu-in-italia/

 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Condividilo sui tuoi canali sociale per contribuire alla crescita del progetto Herald Italia.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Supporta questo giornale disattiva Adblock