Cultura

“La vita è solo un attimo in cui si è vinta la lotteria”. Parla il maestro Piero Angela

Il divulgatore per eccellenza, che lasciò il telegiornale per dedicarsi all'approfondimento scientifico con un linguaggio semplice e chiaro a tutti, in pieno stile anglosassone, si racconta parlando della sua vita, dei giovani e di internet, che ha rivoluzionato il mondo. 

“Siamo stati morti per millenni, e continueremo ad esserlo. La vita è solo un attimo in cui si è vinta la lotteria, una mezz’oretta. Per questo bisogna cercare di viverla al meglio.” Cosi diceva Seneca, come racconta il giornalista Piero Angela in un intervista a Gabriele D’Angelo per l’Huffington Post, che qui potete leggere integralmente https://www.huffingtonpost.it/2019/03/02/piero-angela-allhuffpost-limpressione-che-domani-andra-peggio-sta-avvelenando-litalia_a_23681375/.

Il divulgatore per eccellenza, che lasciò il telegiornale per dedicarsi all’approfondimento scientifico con un linguaggio semplice e chiaro a tutti, in pieno stile anglosassone, si racconta parlando della sua vita, dei giovani e di internet, che ha rivoluzionato il mondo.

Piero Angela, che ha compiuto 90 anni lo scorso 22 dicembre, ha ancora molto da dire e insegnare soprattutto ai più giovani, essendo uno dei sostenitori dell’importanza di un insegnamento che sia capace di essere persuasivo, in grado di suscitare curiosità e anche divertimento: “Personalmente, mi sono annoiato mortalmente a scuola e sono stato un pessimo studente.

Tutti coloro che si occupano di insegnamento dovrebbero ricordare continuamente l’antico motto latino ludendo docere, cioè insegnare divertendo”. Uno stile da sempre presente all’interno delle sue trasmissioni, che hanno avuto la capacità di sdoganare al grande pubblico concetti scientifici suggestivi, ma talvolta anche di non semplice comprensione: “Ho sempre cercato, nelle mie trasmissioni, di inserire elementi di incontro col pubblico, dal linguaggio alle trovate, dagli esempi alle battute, rifiutando quella finta serietà tanto cara all’ufficialità italiana in ogni campo. Io penso che la serietà debba essere nei contenuti, non nella forma”

Il suo stile sobrio, gentile e da galantuomo d’altri tempi, lo ha reso una delle personalità più stimate di sempre nel mondo della cultura e del giornalismo televisivo italiano: “Gli individui che incontrano il maggior successo (e non solo con le donne) solitamente sono forti dentro e cortesi fuori. È un po’ come per il pianoforte. Ricordo sempre quello che mi diceva la mia vecchia insegnante di pianoforte: per avere un buon tocco occorrono dita di acciaio in guanti di velluto… Forse anche nella vita è così.”

 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker