Politica

“Molti poliziotti mi chiedono quando torno. Presto, col voto degli italiani”: parla Matteo Salvini

Il leader leghista su facebook: "Hanno archiviato la flat tac. Avete capito ora perché non potevamo stare al governo con loro. Sia Zingaretti che Di Maio hanno detto che è superata anzi vogliono cancellare anche quello che abbiamo fatto per le partite iva per punire chi lavora di suo."

Dopo la nomina di viceministri e sottosegretari Matteo Salvini torna con frasi al veleno nei confronti del governo giallorosso. Su facebook il leader leghista si è lasciato andare ad una promessa per i propri elettori che suona più come un auspicio: “Incontro molti poliziotti che mi chiedono quando torno. Io tornerò presto, ma con il voto non con il trucco e l’inganno. Sarò un romantico e un ingenuo ma io ascolto i cittadini e mantengo la parola. Siamo il primo partito ma siamo esclusi perché siamo pericolosi. Ma vi rendete conto che insulto alla democrazia?

Poi sulla decisione del governo di archiviare la Flat Tax: “Hanno archiviato la flat tac. Avete capito ora perché non potevamo stare al governo con loro. Sia Zingaretti che Di Maio hanno detto che è superata anzi vogliono cancellare anche quello che abbiamo fatto per le partite iva per punire chi lavora di suo. Questa è la sinistra, il privato va sempre punito“.

Anche sui migranti, Matteo Salvini è un fiume in piena: “Prendiamo atto che gli sbarchi nel mese di settembre rispetto a quelli dell’anno scorso sono triplicati. Temo che questo governo non firmerà il divieto d’ingresso della Ocean Viking. Conte a Bruxelles ha venduto i confini e la dignità degli italiani“.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Supporta questo giornale disattiva Adblock