Attualità

Tonnellate di pesce sequestrato, in puglia polpi scaduti nel 2011 destinati ai cenoni

Le operazioni della Guardia Costiera continuano in tutta Italia, 11 tonnellate di pesce sequestrato, tra cui cozze, vongole e fasolari.

Il pericolo che sulle nostre tavole imbandite a festa per il Natale finisca cibo avariato, o in cattive condizioni, è più che reale. La Guardia Costiera, nell’ambito dei controlli che sta eseguendo in tutta Italia, ha sequestrato circa 11 tonnellate di pesce destinate ai cenoni di tutta Italia. Molti Tir e container giungono nei nostri porti dagli altri Paesi del mediterraneo carichi di cozze, vongole, fasolari e ostriche.

Addirittura, in alcune aziende nei pressi di Bisceglie, in Puglia, sono stati poste sotto sequestro 4 tonnellate di polipi, calamari e seppie congelate, alcune con scadenza addirittura risalente al 2011. Per i consumatori si raccomanda la massima prudenza nell’acquisto.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker