Politica

Tragedia a Lampedusa, 9 morti; Salvini: “scafisti festeggiano per riapertura porti”

L'incidente - stando alle prime ricostruzioni - si sarebbe verificato all'arrivo delle motovedette, quando - complice il mare agitato - i migranti si sono spostati tutti su un lato facendo ribaltare la piccola imbarcazione. Tra i dispersi ci sarebbero anche 8 bambini. 

Nella notte di Lampedusa un naufragio è costato la vita a 9 migranti, mentre l’attività di ricerca dei dispersi continua anche in mattinata. Su un barchino composto in maggioranza da tunisini e subsahariani, c’erano circa 50 persone: per questo si teme che i morti in mare possano essere più dei 2 recuperati nell’immediatezza dei soccorsi e i 7 avvistati dalla Guardia Costiera nelle operazioni di ricerca. I superstiti dell’ennesima tragedia in mare sono già stati trasferiti nel porto di Lampedusa.

L’incidente – stando alle prime ricostruzioni – si sarebbe verificato all’arrivo delle motovedette, quando – complice il mare agitato – i migranti si sono spostati tutti su un lato facendo ribaltare la piccola imbarcazione. Tra i dispersi ci sarebbero anche 8 bambini.

L’appello del Sindaco di Lampedusa contro le stragi in mare. “Basta stragi del mare. Basta raccogliere morti che galleggiano – ha spiegato Totò Martello, sindaco di Lampedura e Linosa -. Non possiamo continuare ad assistere allo sbarco di cadaveri di persone povere che inseguono il sogno di migliorare la propria vita. La politica agisca.” Le istituzioni, secondo il Sindaco, “devono subito realizzare un tavolo di lavoro in grado di affrontare la politica dell’immigrazione stabilendo un piano serio e operativo. Il 3 ottobre scorso, con le scuole italiane abbiamo commemorato il giorno della memoria e del ricordo in nome della strage del 3 ottobre 2013 quando nel naufragio davanti Lampedusa morirono 368 migranti accertati. Neanche 4 giorni dopo altre persone muoiono nel viaggio tra l’Africa e l’Europa. E Lampedusa è sempre al centro di queste tragedie. La politica agisca non possiamo continuare a contare i morti”.

Immagine di repertorio – Polizia di Stato

Il silenzio della maggioranza che fa rumore. Dopo l’ennesima tragedia di Lampedusa si registra uno “strano” silenzio in maggioranza. Nessuna dichiarazione del Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, almeno fino alle 12 di questa mattina, né del premier Giuseppe Conte. Silenzio anche da parte di Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti. a Parlare è solo la deputata Dem Giuditta Pini: “Le barche delle Ong sono ancora bloccate nei porti a causa del Decreto Sicurezza bis. È passato più di un mese dalla nascita del Governo e non si è mosso ancora niente. Invece che fare polemica spicciola tra di noi pensiamo a come abrogarlo in fretta. Il cordoglio non basta più”.

Salvini attacca: morti in mare colpa del buonismo e della riapertura dei porti. Il leader della Lega ha parlato sia su Facebook che da Trieste della tragedia in mare di questa notte: “La cronaca torna a regalarci altri morti a Lampedusa, figli del buonismo, della riapertura dei porti, del rinnovato entusiasmo degli scafisi. Se in un mese si sono triplicati gli sbarchi, se c’è un governo che lascia intendere che c’è posto per tutti, che c’è cittadinanza e ius soli per tutti, è chiaro che il messaggio è devastante nell’era di internet. Questi morti chi li piange? Chi ha permesso che riprendessero i traffici”.  Poi le parole in Questura a Trieste: “Questa notte – spiega il leader della Lega – è stata un disastro a Lampedusa. C’erano addirittura gli elicotteri con le entrate e le uscite della Guardia Costiera, Marina Militare, con decine di migranti arrivati e altre decine in arrivo. Non si può andare avanti così.” Così l’ex Ministro degli Interni, durante un incontro in Questura a Trieste: “Il governo italiano in un mese ha vanificato il lavoro di un anno e mezzo e gli scafisti sono gli unici che stanno festeggiando. Spero che a Roma qualcuno si renda conto del disastro di aver triplicato gli sbarchi.”

 

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Adblock rilevato

Supporta questo giornale disattiva Adblock