LavoroUniversità

Università e lavoro, la classifica dei laureati che guadagnano di più in Italia

Al primo posto il gruppo disciplinare di militari e forze di polizia. Segue tutto il gruppo disciplinare di medici e infermieri. I giuristi lavorano poco ma guadagnano benino. Gli psicologi lavorano poco e guadagnano peggio.

Sulla base delle statistiche fornite dal consorzio Almalaurea, abbiamo elaborato una classifica sui guadagni medi (intesi come netti e mensili) dei laureati italiani in riferimento al proprio gruppo disciplinare, ad un anno dal conseguimento del titolo. I gruppi disciplinari includono diversi corsi di laurea e i guadagni riportati rappresentano una media tra questi: ad esempio il settore medico include tutti i laureati in medicina e nelle professioni sanitarie in genere (infermieri, fisioterapisti), cosi come il gruppo dell’ingegneria include tutti i corsi di laurea (edile, elettronico, gestionale ecc.). La classifica andrebbe interpretata, per un’informazione più completa, anche alla luce delle percentuali di studenti che effettivamente lavorano in base al proprio gruppo disciplinare, di cui vi proponiamo l’altra classifica https://www.heralditalia.it/laureati-la-classifica-delle-universita-che-offrono-piu-lavoro/.

Se in alcuni casi, infatti, vi è piena corrispondenza tra alti guadagni e alta percentuale di laureati che lavorano, come nel caso di Difesa e Sicurezza (lavora il 68,2%) o Medicina (lavora il 63,8%), in altri casi al netto di una media guadagni accettabile vi è un numero di studenti che trovano lavoro molto basso. E’ il caso del settore giuridico, che si trova all’ultimo posso della classifica sulla condizione occupazionale (solo il 26,4% dichiara di lavorare), pur trovandosi al settimo posto della presente classifica con un guadagno medio netto di 988 euro al mese.

In altri casi, invece, vi è piena corrispondenza tra scarsi sbocchi occupazionali e stipendi bassi, come accade per settore psicologico. Il gruppo disciplinare difesa e sicurezza, al primo posto anche per quanto riguarda la condizione occupazionale, consiste in corsi di laurea presenti solo in quattro atenei: Enna Kore, Napoli Federico II, Pisa e Torino. L’obiettivo del corso di laurea è essenzialmente legato alla preparazione per alcuni concorsi nelle forze di polizia.

 

  1. Difesa e Sicurezza – 1.569
  2. Medico – 1.275
  3. Ingegneria – 1240
  4. Chimico-farmaceutico – 1167
  5. Scientifico – 1157
  6. Economico-statistico – 1.111
  7. Giuridico – 988
  8. Agrario e veterinario – 959
  9. Politico-sociale – 946
  10. Insegnamento – 884
  11. Linguistico – 869
  12. Architettura – 857
  13. Geo-biologico – 802
  14. Letterario – 772
  15. Educazione fisica – 730
  16. Psicologico – 675

 

 

N.B. Per una maggiore comprensione delle statistiche di riferimento, consigliamo la lettura delle note metodologiche sul sito di Almalaurea, oltre alle alle altre statistiche collegate ai dati occupazionali. I dati fanno riferimento all’anno d’indagine 2017, l’ultimo disponibile.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker