Lavoro

Concorso Assistenti Giudiziari: tutte le news tra 2019 e 2020

Ancora diversi idonei del concorso 2016 attendono lo scorrimento della graduatoria. Ecco una panoramica della situazione attuale.

La situazione relativa al Concorso Assistenti Giudiziari tra il 2019 e il 2020 è ancora fonte di ansia e incertezze per chi attende da tempo una chiamata, nonostante gli anni di battaglie del CIAG (il Comitato Idonei Assistenti Giudiziari). Il 2019 è trascorso lasciandosi alle spalle la crisi di governo più bizzarra della storia della nostra Repubblica e che ha partorito, praticamente sotto l’ombrellone, un nuovo Esecutivo il cui atto più importante, finora, è stato il licenziamento della legge di bilancio per il 2020 mentre per la riforma della giustizia, annunciata dal Guardasigilli Bonafede per tutto il 2019, ancora nulla, salvo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri di un disegno di legge delega al Governo che riguarda la riforma del processo civile.

Concorso Assistenti Giudiziari tra 2019 e 2020: Bonafede

E pensare che l’anno appena passato doveva essere quello del rilancio della giustizia anzi, per dirla con le parole del Ministro Bonafede, l’anno della rivoluzione ma, ad oggi, di rivoluzionario si è visto davvero poco, eccezion fatta per le dichiarazioni di facciata e le buone intenzioni di rito.
Il 2018 si era concluso con l’impegno da parte del vecchio Esecutivo giallo-verde di massicci investimenti sul nostro sistema giudiziario e assunzioni importanti, considerati essenziali per far ripartire la giustizia italiana.

Gli Assistenti Giudiziari e il Piano assunzionale

In effetti, gli investimenti ci sono stati e nel giugno scorso il Ministero della Giustizia ha presentato un piano assunzionale ambizioso che dispone il reclutamento di 8.661 unità di personale amministrativo attraverso diverse procedure concorsuali, alcune delle quali già in corso.
Il Piano Triennale del Fabbisogno del Personale stabilisce anche l’esaurimento integrale della graduatoria determinatasi a seguito del concorso per il profilo di assistente giudiziario, indetto dal Ministero della Giustizia nel novembre 2016, approvata il 14 novembre 2017 e, finora, l’unica di cui dispone Via Arenula.

Un aula di giustizia, immagine di repertorio.

Restano da assumere 838 Assistenti Giudiziari

Tra gennaio 2018 e luglio 2019 delle 4.915 persone in graduatoria, 3.386 sono già entrate in servizio e, a queste, il prossimo 3 febbraio andranno ad aggiungersi 489 idonei (si veda “Assistenti giudiziari news: ok dal ministero per l’assunzione di 489 idonei”) che fanno parte dell’ultimo scorrimento annunciato dal Ministro Bonafede l’11 dicembre scorso. Si arriverà, così, alla posizione 4.078 e restano da assumere circa 838 persone.
Un numero davvero esiguo se si considera che, al netto di rinunce e dimissioni, saranno anche meno e, dunque, a fronte delle numerose carenze di organico negli uffici giudiziari di tribunali e corti d’appello, non dovrebbe essere difficile esaurire la suddetta graduatoria in tempi brevi. Il concorso Assistenti Giudiziari tra il 2019 e il 2020 presenta dunque questa situazione. Va sottolineato che i 903 assistenti giudiziari assunti nel 2019, erano già stati disposti dalla precedente legge di bilancio e sono la gran parte delle 1.125 assunzioni che hanno riguardato la giustizia nello scorso anno.

Concorso pubblico, immagini di repertorio.

L’imprevisto e i rallentamenti

La politica, però, soprattutto negli ultimi anni, ci ha riservato spesso degli imprevisti e, così, in sede di approvazione dell’attuale legge di bilancio entrata in vigore il 1° gennaio, è stato presentato un emendamento che disponeva la riduzione della vigenza delle graduatorie. Più precisamente, questo emendamento, il 18.2000, stabiliva che le graduatorie del 2011 sono utilizzabili fino al 30 marzo 2020 mentre quelle approvate dal 2012 al 2017 sono utilizzabili fino al 30 settembre 2020. Infine, le graduatorie del 2018 e nel 2019 sono utilizzabili per tre anni dalla loro approvazione.
L’utilizzo del verbo all’imperfetto è d’obbligo perché, nel frattempo, quell’emendamento è stato approvato ed è stato recepito dai commi 147/148/149 della legge di bilancio per il 2020.
Così, in un solo colpo, è stata cancellata la proroga che era stata disposta per le suddette graduatorie dalla manovra 2019 e che, addirittura stabiliva la scadenza di quelle approvate nel 2017 al 30 settembre 2021. Con un taglio netto la loro validità è stata ridotta.
La graduatoria degli idonei assistenti giudiziari, si è ritrovata con sei mesi di meno di efficacia e con una scadenza fissata ben due mesi prima di quella naturale, originariamente fissata al novembre 2020.
Una maniera alquanto originale e piuttosto bizzarra per promuovere le assunzioni nella giustizia italiana, soprattutto se si considera che il provvedimento andrebbe ad incidere retroattivamente su una graduatoria già finanziata ed autorizzata.

Bisogna assumere gli Assistenti Giudiziari e non solo

Siamo in presenza di una disposizione palesemente illegittima ed iniqua che pregiudica gravemente le tempistiche dello scorrimento della graduatoria degli idonei assistenti giudiziari, a meno che essa non preluda ad un rapida assunzione delle 838 unità rimaste.
Il 2019 della giustizia si è concluso così come era iniziato, tra buone intenzioni e priorità che sono quelle di un sistema giudiziario che arranca sempre di più, in attesa di personale e di una riforma della giustizia che ancora non c’è.
Per il 2020, l’aspettativa è che la giustizia intraprenda un cammino diverso, più spedito verso quell’efficienza e quell’equità di cui un intero Paese sente sempre di più l’urgenza, cominciando proprio da quelle assunzioni dalle quali si deve ripartire per dare una risposta alla domanda di giustizia di cittadini ed imprese.

Articolo a firma di Emanuale Coronica.

Ti potrebbe interessare anche:

Concorso Operatore Giudiziario Campania: bando, domanda e requisiti

Concorso Regione Campania 2019: nuovo bando, domande e date

Per un approfondimento delle tematiche relative agli Idonei Assistenti giudiziari si veda il blog www.ideoneigiustizia.it.

Tags
Guarda

Altri articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker